Seo e l’ecommerce

Posted on Posted in Blog

I proprietari di un sito e-commerce non sanno che esistono delle azioni in ottica SEO da tenere in considerazione per rendere il negozio online più appetibile.  Esistono sempre i migliori punti di riferimento da tenere in considerazione per ottenere dei risultati interessanti.

Ricordatevi sempre che la home page del sito è la pagina che il motore di ricerca esamina in ogni dettaglio. Quindi ogni sito e-commerce che si rispetti deve avere una struttura gerarchica ben organizzata. La prima azione SEO che bisogna fare è quella di migliorare le pagine del sito per renderli leggibili ai motori di ricerca. Si tratta di aggiungere alcuni semplici tag html da inserire in ogni pagina; tale pratica viene spesso chiamata con il termine Seo On-page!

seo | seo eccommerce

La scrittura del Tag Title

A livello di SEO il tag title è un dettaglio molto importante, infatti può essere creato per rappresentare il prodotto venduto.  Per esempio chi vende moto, deve riuscire a scegliere un tag title che rispecchi i diversi marchi dell’azienda per essere facilmente rintracciabile online.

La ricerca delle parole chiavi giuste è fondamentale e il consiglio è di utilizzare il tool che lo stesso Google mette a disposizione su Adword, solo in questo modo troverete le keyword più adatte per la vostra tipologia di prodotti che possono andare bene per la vostra pagina.

La scrittura del Tag Description

Questo meta tag permette di inserire una descrizione dei contenuti della pagina, o del prodotto, che  apparirà come sommario della vostra pagina Web e sarà mostrato dopo il titolo del vostro documento nella lista indicizzata.  Una buona pratica Seo è quello di inserire le key word che sono state scelte per il Tag Title anche in questo tag.

URL Canonici

Quasi sicuramente all’interno di un e-commerce i contenuti possono essere visualizzati in diversi modi, i prodotti possono appartenere a più categorie e quindi la scheda del prodotto può essere vista da entrambi le categorie. Questo comporta che allo stessa pagina siano associati più url. Un esempio banale ma che rende l’idea è quello della home page con la pagina di default index.html

http://www.esempio.com/
http://www.esempio.com/index.html
http:/esempio.com/
http://esempio.com/index.html

In questo caso la stessa pagina avrà quattro url differente. Se invece il  vostro server fosse configurato in modo che esempio.com venga renindirizzato a www.esempio.com, avreste sempre una pagina con due url differenti.

Questo non è un problema, a condizioni che si utilizzi rel=canonical negli HTTP headers, in modo da comunicare ai motori di ricerca quale pagine deve considerare al fine di indicizzarla nel loro database.

<link rel=”canonical” href=”http://www.esempio.com” />

Nel caso in cui il tag canonical non sia presente, il rischio che si va incontro e che le pagine vengano viste dai motori di ricerca come contenuti duplicati con l’inevitabile declassamento dell’intero sito da parte di google.

In conclusione è bene ricordarsi che tutte le tecniche seo sono finalizzare a portare i clienti sulla giusta strada e pronti ad acquistare il prodotto che stanno cercando. Dimenticarsi di questo particolare in fase di ottimizzazione del vostro sito, può costarvi caro!